indice . . .

-dopo- i Clock Dva al dude

Posted: 20 Ottobre, 2014 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , | No Comments »

[*] ho dovuto passare per tre diversi kebabbari intorno a piazzale corvetto prima di trovarne uno che servisse la birra. una discontinuità alcoolica che non ha rotto il vero elemento che univa tutti quanti: il tivucolor acceso su italia1 per la trasmissione complottista “Adam Kadmon”.
poi sono arrivato al dude e sul palco stava suonando Sense Fracture, che avevo l’impressione di conoscerlo benchè fosse nascosto dietro una maschera che mi ricordava paro paro il conduttore dello show televisivo appena visto. e in fondo pure il suo terrorismo sonoro poteve stare bene per sonorizzare la paura che il programma cercava di divulgare…

dopo tutta questa riflessione, sono saliti sul palco i Clock Dva. nel suo pigiamone bianco, Adi Newton sembra Lucio Dalla il giorno in cui deve imbiancare casa eppure lo show sfugge dal bianco così come dal nero. è un live cromatico, questo dei clock dva, aiutato dai video in cui il rosso e il blu prevalgono e da una palette di suoni e rumori che spinge in direzioni diverse tutta la loro ossessività. un concerto di diretta derivazione kraftwerkiana, ma meno studiato e molto più paranoico, come se i kraftwerk sonorizzassero “Adam Kadmon”.

a un certo punto un tipo dopato nel pubblico ha iniziato a insistere con me affinchè sorridessi, benchè evidentemente non ce ne fossero ragioni. subito dopo però mi ha chiesto “hai scoreggiato tu?”, e la cosa mi ha fatto sorridere.
(no, non avevo scoreggiato comunque).

[*] -dopo- è un tentativo di raccontare i concerti il giorno dopo. in estrema sintesi, giusto per togliere polvere dalla tastiera.


Live & Loud (078)

Posted: 15 Ottobre, 2014 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

1010122_746783658727489_6525826649861730822_nAll’armi, all’armi, arriva Putin in città insieme a un sacco di altri stronzi. Meno male non mancano di certo occasioni per snobbarli, ‘sti stronzi.

Okkyung Lee, giovedì 16 da O’ alle 20 e 00.
Compositrice, violoncellista, collaboratrice di quasi tutto ciò che di bello sa offrire il mondo dell’avanguardia, specie e fortunatamente al femminile… a Milano è quasi di casa, e questa per noi è una bella botta di culo.

Cadaver Eyes, ?Alos e Lago Vostok. Giovedì 16 al Boccaccio (Monza).
I Cadaver Eyes sono il cuore della scena noise anticapitalista israeliana, tanto basta per definirne la follia, senza la quale non andrebbero da nessuna parte, e noi nemmeno. Ad accompagnarli nell’ouverture dell’ottobre itinerante di TRoK! ci sono la rumorosa gioventù brianzola e la vampira del caos. Read the rest of this entry »