indice . . .

[4/4] porn groove

Posted: ottobre 15th, 2010 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , | 1 Comment »

E adesso? Ora che finalmente è arrivato l’outing di Tiziano Ferro, bisognerà riaggiornare la categoria per Immanuel Casto, quello che fino a pochi giorni fa veniva definito come la sua versione dichiarata e incensurata? Forse sì, e il “casto divo” non potrà che guadagnarne.

Immanuel Casto è un progetto, più che un artista; un progetto molto più arguto di quanto possa apparira a prima vista (d’altronde, il cantante stesso sfoggia con orgoglio la sua appartenenza al Mensa). Il Casto è l’auto-proclamatosi (ma ne ha tutti i titoli) “re del porn groove”, le sue canzoni sono un viaggio electro-pop attraverso tutte le perversioni erotiche del cattolico bel paese, dai grandi classici del sesso e del porno sino alle pagine più oscure, arrivando a coinvolgere anche gli immancabili preti pedofili (in “Come è bella la cappella”, una delle sue prime hit) o, è il caso dell’ultimo singolo “Crash”, la tecno-pornografia che renderà felici tutti i nerd all’ascolto. Sabato 16 porta il suo show, con tanto di ballerine, sul palco ai Magazzini Generali. Da vedere dopo essersi spogliati di ogni moralismo.Se è vero che il porn-groove non è roba da rockers capelloni, gli adepti del metallo non si spaventino, ché la settimana che arriva è tanto densa che va fatta una selezione abbastanza brutale. Venerdì 15 ad esempio, ce n’è davvero per tutti i gusti e le latitudini, da Hundebiss (con Lasse Marhaug e Lorenzo Senni) a Dauntaun (Crop Circles e Brutal Knights), passando per l’accoppiata di rock oscuro Bachi da Pietra / Uncode Duello al Bloom (Mezzago) o per il gradito ritorno post-estivo di due rassegne di ottima fattura: Cox18 ricomincia le sue “Nights for the deaf” con Farflung e Black Rainbows, mentre alla Scighera  torna “Musica in forma libera”, ouverture affidata al quartetto eRRe2 di Pepe Ragonese.

Uno che le forme musicali libere le ha sempre amate e interpretate è Cristiano Calcagnile, che domenica 17 presente il suo ennesimo progetto (due voce + percussioni) al GheroArtè di Corsico.

In apertura di settimana prossima arrivano due dinosauri della chitarra: Santana al Forum di Assago mar 19 e John Scofield al Blue Note la sera successiva. La serata del 20 è però destinata anche al punk degli Anti-Flag (al Tunnel), una di quelle band in grado di sopperire ai propri limiti tecnici con la furia sul palco.

La chisura è affidata ad una serata a due facce, entrambe estremamente interessanti, giovedì 21: si inizia al tramonto al Dal Verme, quando il terzo appuntamento dell’ottima rassegna Music Club vede protagonista Steve Wynn, il folk-rocker californiano che diede vita, 30 anni fa, all’esperienza dei Dream Syndicate. Tempo di uno spuntino e ci si sposta alla Fondazione Pomodoro, dove l’anteprima meneghina della rassegna torinese Club to Club ospita il Moritz Von Oswald Trio, un incontro tra il dub, la techno, il jazz e la psichedelia tedesca orchestrato da un grandissimo costrutture di suoni.


One Comment on “[4/4] porn groove”

  1. 1 Tweets that mention confindustrial » Blog Archive » [4/4] porn groove -- Topsy.com said at 1:15 pm on ottobre 15th, 2010:

    […] This post was mentioned on Twitter by noblogs, yaro popovych. yaro popovych said: [confindustrial] : [4/4] porn groove http://confindustrial.noblogs.org/post/2010/10/15/44-porn-groove/ […]


Leave a Reply

  •