indice . . .

[4/4] soundpainting

Posted: Maggio 26th, 2011 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

Questa rubrica in genere copre lo spazio tra il venerdì e il giovedì della settimana successiva, come tutta l’agenda di MilanoX. Questa volta faccio uno strappo, perchè questo giovedì si è riempito di appuntamenti tutto d’un tratto, e ignorarli sarebbe colpevole. Si attacca alle 18, dunque, quest’oggi, alla galleria O’ dove la crew di Sincronie presenterà la nuova collana discografica am001 e lancia la sua campagna di remix di musica contemporanea. Un lancio che casca a fagiolo perchè l’appuntamento prosegue con il nuovo episodio dei laboratori di ascolto sul Noise (dalle 19.15), curato come sempre da Max Viel. In serata invece gioiamo del gradito ritorno di InlandEmpire, la rassegna che fu ospitata dal Loft21 prima che l’ascia implacabile della polizia annonaria la lasciasse priva di un luogo dove svolgersi. Hanno ritrovato casa allo spazio Concept di via Forcella, e rilanciano con il trittico Perrine en Morceaux, Riga ed Echran. Contemporaneamente arrivano il free-grind dei novaresi Psychofagist (al Csoa T*28) e la bizzarra rock-clownerie dei portoghesi dUASsEMIcOLCHEIASiNVERTIDAS (al Blob di Arcore).

Il fine settimana è weekend di festival, chè giugno sta arrivando, e quindi di trasferte più o meno vicine. L’appuntamento più impegnativo è quello con “Musica nelle valli”, che copre tutto il weekend con un cartellone splendido, ma è in Emilia e si va quindi fuori area e fuori tema. Meglio avvicinarsi e ricordare il Novara Jazz Festival, che in questi due weekend propone il solito programma di altissima qualità sul jazz di tutti le latitudini, e gratis. Su tutto si segnala il concerto del ghanese Ebo Taylor, venerdì 27 in piazza Duomo.
Un’altra piazza Duomo, quella milanese, sarà invece gremita di folla per l’evento con Elio e le Storie Tese ed altri ospiti. Non fosse un baraccone di propaganda elettorale sarebbe una splendida iniziativa, ma di questi c’è poco da fare… C’è da sostenere chi dura sempre e non solo sotto elezioni, o chi si affaccia da pochi mesi sulla scena cittadina, come il Tnt, che ospita la storica band industriale italiana Teatro Satanico.

In stagione di festival, ad ogni modo, non è obbligatoria la trasferta. Anche la città offre le sue occasioni, come Takla, un weekend di suoni liberi all’interno della Triennale Bovisa, o come Audiovisiva, che per il 2011 si compatta in una sola giornata, sabato 28, ma riempie il Palazzo del Ghiaccio con Arto Lindsay, Emeralds, Dakota Days, Mia Zabelka, La Blanche Alchimie e tanti altri. Sabato arriva anche Billy Cobham al Blue Note, sul cui palco si esibirà fino a lunedì sera.

L’iniziativa più interessante del lungo fine settimana rischia di essere però quella di domenica alla Biblioteca di Melzo, dove il musicista e direttore americano Walter Thompson guiderà 4 orchestre dedite al metodo Soundpainting, l’arte della composizione istantanea.

Passato il weekend, passate le elezioni, tornati dalle trasferte, e passa tutto… La settimana successiva si apre in maniera davvero sterile e non promette nulla, se non un’altra trasferta. Da segnalarsi la seconda data di Arto Lindsay, martedì 31 al CRT in coppia con Sainkho Namtchylak e nulla più. Poi tutti al mare. O in esilio.



Leave a Reply

  •