indice . . .

mercredì avant-sanrem

Posted: marzo 16th, 2011 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

E’ primavera, svegliatevi bambini… altrimenti Pippo Gilbert vi anticipa di sicuro, e non è detto che la cosa non avvenga anche se siete svegli. Un appello, non augurio, rivolto a tutto il gruppo, dopo la dimostrazione di stile e superiorità data dal vallone sul traguardo di Castelraimondo alla Tirreno-Adriatico. Secondo weekend vincente di fila in terra d’Italia, con lo sguardo lungo verso il terzo, verso quel Poggio che ha contribuito parecchio alla notorietà mondiale di Pippo negli ultimi anni.
E mentre la corsa dei due mari si conclude, premiando l’inarrivabile professionalità di Cadel Evans e mettendo in luce la strana coppia formata da Scarponi e da un incredibile Cunego (l’incredibile è il fatto che se le pedala davvero, sembra tornato indietro di 5 anni), il gruppo si chiede come riuscire a battere Gilbert a Sanremo.
Compito “facile” per le ruote veloci, cui basterà tenere il passo e giocarsela all’arrivo, nascondendosi come Oscarito Freire o sfoggiando potenza come sta facendo il Campione del Mondo Hushovd, dietro di lui
due compagni d’elite come Farrar e Haussler, e poi i mestieranti dello sprint, chi più chi meno: Cavendish, Petacchi, Boonen, Modolo, Belletti, Goss, Galyzmianov, Haedo…
Compito molto piò ostico sarà quello che avranno i corridori deputati a movimentarla questa Sanremo, specie se mancherà Danilo Di Luca, il ritorno gradito del più spettacolare ciclista dello stivale. Ci possono però essere un ritrovato Ballan o il suo compagno Van Avermaet, e poi Scarponi, Sagan, Cancellara, Offredo, Visconti, Poels, Langeveld, Muravyev, De Gendt… ma il bello sarebbe stato vedere in strada Thomas Voeckler, garanzia di divertimento e vincitore di due tappe in una Parigi-Nizza che ha mostrato il talento di Tony Martin e di alcuni vecchietti, ma soprattutto lo stile infinito di Bradley Wiggins, che sente i mondiali su pista dietro l’angolo, e si trasforma in un razzo-missile. Difficile che punti su Sanremo, lì ci sarà già sufficiente artiglieria per un sabato di fuochi d’artificio.


2 Comments on “mercredì avant-sanrem”

  1. 1 DiavoloRosso said at 11:15 am on marzo 21st, 2011:

    noto che a Nibali neanche hai pensato e dire che è stato l’unico, o quasi, a provarci sul Poggio!

  2. 2 cauz said at 2:52 pm on marzo 21st, 2011:

    una gara all’attacco da parte di nibali non me la immaginavo di certo…
    ma cio’ che avrei potuto immaginare con facilita’ sarebbe stata la mancanza di strategia sui suoi attacchi. davvero nibali e’ l’unico che ci ha provato? davvero ci ha provato?


Leave a Reply

  •