indice . . .

[la pancera rosa] mezza estate, pure meno.

Posted: Maggio 24th, 2013 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

tumblr_mnaz2gzrEM1rcsglqo1_1280Sorprendentemente, il Giro 2013 non ha due ma tre giorni di riposo, forse quattro. Almeno, di riposo in albergo, perchè di riposo pedalato quest’anno i corridori ne hanno fatto proprio poco, paradossalmente lo han fatto soltanto nei tapponi, con quel gregge belante lungo le pendici del Moncenisio che lascia ancora a bocca aperta. Non hanno riposato perchè quando la corsa è nervosa, hai freddo e prendi acqua a catinelle, fatichi anche ad andare a 30 km/h. Figuriamoci con la neve.

E infatti con la neve non si corre. Tutti in albergo a Ponte di Legno, e chissà che non si siano spostati per stare tutti in albergo anche domani a Silandro. Così desideravano i corridori. Così ha decretato la mala organizzazione di questo Giro, debole con i forti e debole con i deboli, che dopo la mezza imbarcata presa tra Sestriere e Galibier, replica pure il weekend successivo. Non che sia imputabile a loro la nevicata, per carità. Ma l’assenza di programmazione, con la scelta di spingersi più volte oltre i 2000m nel Giro dal calendario più “anticipato” della storia che si va a sommare alla completa mancanza di percorsi alternativi, è tutta opera loro. Così come opera loro è una comunicazione quanto mai frammentaria, ed un’evidente debolezza nei confronti del gruppo, ai quali si poteva proporre quantomeno dei percorsi a basse quote per conservare almeno la competizione, ma nulla è stato fatto. Read the rest of this entry »


Su cosa non ci sto…

Posted: Ottobre 27th, 2010 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , | 4 Comments »

mai, a mia memoria, le presentazioni di tour e giro erano state cosi’ ravvicinate. cosi’ il panorama dei due “primi GT” del 2011, svelati a due giorni di distanza l’uno dall’altro, lo si abbraccia con uno sguardo unico… a giudicare cio’ che ci aspettera’ in quelle maledette 6 settimane che verranno.

e’ uno sguardo unico dovuto non soltanto alla coincidenza temporale dei sipari che si aprono, ma anche ad un avvicinarsi ideale tra le due corse, una comunanza di intenti sull’idea di corsa da tracciare che si rafforza di anno in anno.
Read the rest of this entry »