indice . . .

[Zero2] Zu + Alberto Boccardi. 27 novembre. leoncavallo.

Posted: novembre 26th, 2015 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , | No Comments »

Ci hanno messo anni a ritrovarsi e a riscoprire il giusto spirito, ma si direbbe che da quando sono tornati gli Zu non si siano davvero mai fermati. Qualche piccola pausa, più che altro per i troppi impegni su altri progetti, ma nessuna interruzione di quel desiderio di esplorazione universale che li ha rimessi in viaggio. A Milano ci tornano sin troppo spesso, ormai, ma il bello di questa macchina viaggiante è la sua adattabilità ai diversi paesaggi: questa volta ad esempio arrivano al Leoncavallo in mezzo ad una convention enogastronomica. Ad aprire le danze ci sarà il deserto elettroacustico di Alberto Boccardi, le cui esplorazioni hanno congiunto la Valtellina al Kazakhistan passando dal Mar Rosso. Che tutto ciò si incontri intorno a una bottiglia di vino, ha definitivamente senso.

Zu, Alberto Boccardi. Venerdì 27 novembre, leoncavallo. ingresso a sottoscrizione (immagino cinque, ma con la critical wine di mezzo i prezzi non si capiscono mai).


viva forever (il succo del 2012)

Posted: dicembre 18th, 2012 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

il ciclismo è lo sport più futurista del mondo: vive sul puro gesto e lo esalta; sono le singole imprese che ne fanno la storia e la poesia. il colpo d’occhio, la violenza dello scatto, la fantasia della traiettoria… il 2012 va concludendosi e ci si dimenticherà presto dei suoi protagonisti, ma non sempre di cio’ che hanno combinato. una hit parade dei momenti più alti del ciclismo di quest’anno, partendo dal quinto fino al più sublime.
una top 10, come già fatto per i singoli corridori, e’ troppo faticosa, ma avrebbe dovuto essere una top 6, perchè mi rattrista lasciar fuori da tutto cio’ il 28 aprile 2012. e no, non sto parlando della prima vittoria di pozzato in maglia farnese, al GP industria & artigianato di larciano, perchè il 28 aprile è successa una cosa grande per il ciclismo tutto, fuori e dentro le corse, su qualsiasi strada. sto parlando dei fori imperiali di roma e delle decine di migliaia di bici che li hanno popolati.
ma questa è una top 5 e parliamo di corse e di gesti. questi.

Read the rest of this entry »


Fuck Maya (more or less season 2012)

Posted: dicembre 3rd, 2012 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

sempre più in la’ nella stagione, sempre più in la’ con gli anni, spingendo sempre piu’ avanti il concetto di piaga da decubito… arrivano anche in chiusura di 2012 le pagellone top10 di fine stagione (qui c’è il riepilogo in video).
una stagione si’ e no, caratterizzata da gioie e noie, ma in cui comunque qualcosa di buono ancora s’e’ visto. del doman non v’e’ certezza, invece, alla faccia dei maya.

 

la maglia gialla di leader della stagione se la litigano in due e la vince uno, ancora una volta, ancora una maglia gialla. bradley wiggo (8.5). questo signore, basettone, un po’ strabico, con una postura in bici più perfetta del cazzo di john holmes e la passione (pubblicamente ammessa) di passare il tempo in cui non gareggia “a spalare merda”, ha vinto paris-nice, romandia, delfinato, tour de france e crono olimpica. in una sola stagione, in 5 mesi, poi e’ tornato alla sua merda. Read the rest of this entry »


headbanging tour (aka La Pancera Gialla)

Posted: luglio 26th, 2012 | Author: | Filed under: larsen, pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

Il Tour de France è finito ormai da qualche giorno… tanto si è scritto, altrettanto è rimasto sospeso visto che sabato ci sono le olimpiadi. Epperò è pur sempre estate, quindi fanculo ad ogni pagellismo verboso, e valutiamo questo tour secondo l’unico scopo utile al giorno d’oggi: trovare il disco dell’estate.

Wiggins 8
Even at school I feld quite sure
That one day I would be on top
And I’d look down upon the map
The teachers who said I’d be nothing
This is the modern world, that I’ve learnt about
This is the modern world, we don’t need no one
(the modern world)

Froome 6.5
She plays hard to get, she smiles from time to time
It only takes a camera to change her mind
(the model)

Nibali 7
Well, we made a promise we swore we’d always remember
No retreat, baby, no surrender
(no surrender)

Read the rest of this entry »


pippo et la saison 2011

Posted: dicembre 19th, 2011 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

mi si fa notare che quest’anno non ho mai scritto un consuntivo della stagione ciclistica che fu. e’ vero, ma e’ stata un’annata talmente gilbertiana che faccio fatica a considerare altro. il 2011 e’ stato pippo, come parlare d’altro? ciononostante, riprendo i miei doveri e segnalo cio’ che manca. ovvero una top ten, suppergiu’.

davanti a tutti LUI. e nulla piu’. tutto il podio e’ per pippo gilbert [9], per una stagione pornografica come non mai. per il filotto di aprile, per il numero ai campionati nazionali, per il tour all’attacco, per un autunno sottotono rispetto alle due annate precedenti ma corso pur sempre con il coltello tra i denti. pippo e’ l’immagine piu’ bella che il Ciclismo ci possa dare. e’ la rabbia, il coraggio, l’amore.

dietro c’e’ un’annata talmente balorda che si fa fatica a decifrarla, con i monumenti andati tutti in tasca a corridori di secondo piano (pippo escluso), quasi tutti protagonisti di un singolo exploit. e i 3 gt che hanno mostrato facce diverse, da quelle abituali dei vincitori di giro e tour alle follie della vuelta, fino a quella ormai stantia, sempre uguale, del secondo gradino del tour. Read the rest of this entry »


l’art du triomphe

Posted: luglio 27th, 2011 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

e’ finito il tour de france. lunga vita al tour de france. lunga vita al campione con le rughe.

voila’ le pagellon.

Read the rest of this entry »


il vino buono

Posted: luglio 19th, 2011 | Author: | Filed under: pedallica, succede che... | Tags: , , , , , , , , , , | No Comments »

domenica, Alexander Vinokourov ha annunciato il suo definitivo ritiro dal ciclismo. appena uscito dall’ospedale dopo la frattura al femore di una settimana prima, scendendo dal Pas de Peyrol.

mi manchera’ da morire, Vino, per quel suo modo di correre unico in gruppo, per la grinta, per la disponibilita’, per la coscienza di far parte della poetica di questo sport.
Read the rest of this entry »


le noveau pagellon 2010

Posted: novembre 16th, 2010 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

riprendendo una tradizione che non ho mai iniziato, mi ricollego all’anno passato e sputazzo in giro un bilancio/pagellino della stagione su strada da poco conclusa. nella speranza che la milano-sanremo arrivi al piu’ presto…

ben cosciente dell’incredibile suspence che creera’… vado in modalita’ countdown.

Read the rest of this entry »


Su cosa non ci sto…

Posted: ottobre 27th, 2010 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , | 4 Comments »

mai, a mia memoria, le presentazioni di tour e giro erano state cosi’ ravvicinate. cosi’ il panorama dei due “primi GT” del 2011, svelati a due giorni di distanza l’uno dall’altro, lo si abbraccia con uno sguardo unico… a giudicare cio’ che ci aspettera’ in quelle maledette 6 settimane che verranno.

e’ uno sguardo unico dovuto non soltanto alla coincidenza temporale dei sipari che si aprono, ma anche ad un avvicinarsi ideale tra le due corse, una comunanza di intenti sull’idea di corsa da tracciare che si rafforza di anno in anno.
Read the rest of this entry »


Au fin du saison

Posted: dicembre 22nd, 2009 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

con doveroso e piacevole ritardo, facci un tentataivo di tirare le fila della stagione 2009, in chiusura d’anno. in sintesi, in pagelle o quasi. una top ten ideale.

ci ho pensato su a lungo, e alla fine ritengo che a primeggiare la top ten del 2009 non possa non esserci Mark Cavendish [9], per quanto ha vinto (23 corse), per cio’ che ha vinto (tappe ovunque, ma soprattutto la Sanremo all’esordio!), per la superiorità schiacciante con cui ha vinto e pure per quando ha vinto (dal 4 febbraio al 2 settembre). una continuita’ mostruosa che ha lasciato il legittimo dubbio in gruppo per le corse in cui non c’era, del tipo “ma qui avrebbe vinto cannonball”.

Read the rest of this entry »