indice . . .

[Zero2] Stregoni. domenica 22 ottobre. Santeria nuovo

Posted: ottobre 19th, 2017 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , | No Comments »

Allarme, gli Stregoni arrivano a Milano. È il momento della paura, secondo gli osservatori loquaci, quelli per cui la migrazione è il nuovo argomento unico, quelli che non ci saranno, per fortuna. Ci saranno invece due musicisti attenti, di cui non stiamo a fare il nome, tanto non si parla di loro due, ma degli Stregoni. Al posto dell’opinione, i due iniziatori hanno messo l’azione: l’esplorazione, avventurandosi in un mondo di occhi e orecchie. Si potrebbe ricorrere a luoghi comuni tipo la musica come “linguaggio universale”, se non fosse che i luoghi attraversati qui sono tutto fuorché comuni, sono i centri di accoglienza d’Italia e d’Europa che si trasformano in straordinari collettori di storie. Il mettersi in cerchio a suonare insieme è lo strumento usato dagli Stregoni per far sì che queste storie si incontrino, si contaminino e ne generino di nuove. Lo sforzo sta nell’ascoltarle, e nell’ascoltarsi fra tutti. Sembra un affare da poco, ma nell’epoca dei Minniti, quando i migranti sono visti e trattati come merce di importazione, è un tabù rotto come uno specchio: è lo scandaloso riconoscimento della volontà, del coraggio e finanche degli errori che sottendono queste storie. Ora arrivano a Milano, città di passaggio e di attese per treni che non partono mai, dunque terreno di scambi. Due indicazioni: aprire le sinapsi, oltre che le orecchie. E lasciare i documenti a casa, che non sai mai che il Comune mandi tre camionette per la solita “identificazione”. D’altronde c’è da aver paura, gli Stregoni arrivano a Milano.

 

Stregoni. Domenica 22 ottobre. Santeria social club (quello nuovo). aggratis.


Live & Loud (112)

Posted: luglio 9th, 2015 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

GodzillaLive & Loud arriva in ritardo perchè arriva l’estate. Quindi bando alle ciance, ed ecco sette appuntamenti più uno per la settimana che inizia ora.

X-mary. Giovedì alle 20:45 al Cinema Beltrade.
Al Beltrade inizia un festival cinematografico dedicato al cibo, e siccome agli X-Mary piace mangiare, cucinare e soprattutto bere, eccoli sul palco con la lora bossa-punk. Faranno venire sete a tutto il cinema.

Bandzilla 2015. Da giovedì 9 a sabato 11 nel Cortile di Casa Morandi, a Saronno (Varese).
L’edizione 2015 del festival saronnese si fa tutta estiva a colpi di Mai Tai e gonnellini di fiori, poi iniziano i concerti e arrivano gli Zeus! (giovedì) a spettinare il pubblico più di un temporale agostano e Johnny Mox e Sick Tamburo (venerdì) a predicare l’apocalisse. Sabato chiusura soft con Dimartino e Niccolò Carnesi. Read the rest of this entry »


Live & Loud (107)

Posted: giugno 3rd, 2015 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

imageOddio, la settimana che arriva è davvero complicata. Ma complicata complicata. Complicata forte. Insomma, non è una settimana in cui dedicarsi alla musica dal vivo, non a Milano e dintorni almeno. Fate di necessità pigrizia.

Babes in Toyland, Agatha, Dendrophilia. Giovedì 4 al Lo-Fi.
Il ritorno delle riot grrrls, che nel caso delle Babes in Toyland è ormai quello delle riot milf. Aprono alcune grrrls locali, con ancora voglia di riot. Read the rest of this entry »


[Zero2] Johnny Mox ft. Gazebo Penguins. venerdì 26 dicembre. Magnolia.

Posted: dicembre 25th, 2014 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , | No Comments »

Johnny Mox sarebbe dovuto nascere ad Harlem: col suo nome tra un romanzo di fantascienza e il Nuovo Testamento non avrebbe certo sfigurato. Sarebbe dovuto nascere in qualche sobborgo americano per crescere nel coro della chiesa fino a diventare un predicatore. Invece è nato a Trento e, per declamare i suoi sermoni da quel solenne pulpito che è ogni grancassa, ha dovuto mettere assieme i loop delle montagne, attaccandoli l’uno all’altro con quell’ostinazione che oggi va in giro a lodare. Che sia solo o accompagnato – come stavolta, dalla violenza dei Gazebo Penguins – Mox riesce a trasformare un concerto in una cerimonia solenne. Arrivate pronti all’espiazione, “Clap your hands, peccatori”.

 

Johnny Mox (featuring Gazebo Penguins). venerdì 16 dicembre. arci magnolia, segrate (mi). gratiz.


Live & Loud di fine anno

Posted: dicembre 17th, 2014 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

PreacherESiccome che quando arriva Babbo Natale e quando seguono gli hangover, Milano chiude baracca e burattini per due settimane, tanto vale compattare tutto in un lungo orizzonte ugualmente scarno di appuntamenti da qui all’inizio dell’anno che verrà…

Edda. Giovedì 18 al circolo Ohibò.
Le classifiche del disco migliore dell’anno nel 2014 sono tutte false, perchè di dischi buoni ne sono usciti pochi, ma davvero pochissimi. Uno è quello di Edda, le cui canzoni continuano ad essere un pugno su per il culo. Read the rest of this entry »


Live & Loud (025) – laddove si parla d’immortali e d’immorali

Posted: luglio 11th, 2013 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

Iguana_con_bocca_apertaSi ritiene che l’animale più longevo al mondo sia la tartaruga marina, insieme ad alcuni crostacei, a certe specie di balene, forse gli elefanti… Sono credenze popolari, luoghi comuni, e come tali forse hanno anche un fondo di verità, ma l’errore c’è ed è grossolano, e la realtà che lo smentisce: l’animale più longevo del mondo è l’iguana, è UN’iguana, animale da palcoscenico, da orgia, da rock’n’roll. Domani sera l’iguana, nota ai più come Iggy Pop, è sul palco dell’ippodromo di San Siro per il festival “City Sound”: tappa più che obbligatoria, per chi volesse scoprire il segreto dell’eterna giovinezza, e per chi volesse vedere un cazzo di concerto rock’n’roll. E’ un giovedì sera succoso, comunque, e foriero di possibilità, che inizia già nel tardo pomeriggio con il live di Claudio Rocchetti al Gabbianacci, mentre le alternative della serata sono l’ultima replica dell’orchestra gamelan Supanggah al Teatro dell’Arte e i chitarroni garagisti di Three Steps to the Ocean e There Will be Blood al Lo-Fi. Read the rest of this entry »


Live & Loud (022) – dove ci si fanno domande e ci si danno risposte

Posted: giugno 20th, 2013 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

last-picture-of-the-titanicL’umanità si tortura da sempre con dei grandi quesiti, quelli che ci si ripete in continuazione senza trovare risposte. O quasi. Tipo: Ma come fanno i marinai? Ma chi l’ha detto che in terza classe, che in terza classe si viaggia male? Ma come porti i capelli bella bionda? Ma chi l’ha detto che bisogna sempre essere in tanti per fare bordello con il rock’n’roll?

Se ad alcune domande pare impossibile dar risposta, quest’ultima invece ci offre delle risposte viventi nel mondo, una si chiama Gull, è un tizio che viene dalla Virginia, tutto solo, e fa un casino totale di chitarra e batteria. Lo dimostrerà giovedì sera alla serata TRoK! della Cascina Torchiera insieme a Johnny Mox, un uomo solo al comando dai monti trentini. Read the rest of this entry »


[4/4] nuovi palazzi che crollano

Posted: ottobre 5th, 2011 | Author: | Filed under: larsen | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

Questa rubrica ha perso completamente la sua periodicità, sappiatelo e fatevene una ragione, qui si parla della prima metà di ottobre… di ciò che ne resta almeno, di un mese che è iniziato in maniera pure sonnacchiosa ma che adesso si sveglia e si sveglia col botto. Il botto è quello dei muri del Bloom che crollano, del tetto che frana sul pubblico ignaro tra schizzi di sangue e cervella che rendono il pavimento viscido… ok, la scena splatter forse è un po’ esagerata, però giovedì 6 a Mezzago arrivano i Melvins, quattro capelloni che da 25 anni fanno un casino immane, hanno collaborato con chiunque abbia detto la sua nell’hard rock di questo quarto di secolo, per cui andate con o senza tappi nelle orecchie ma non fate l’errore di rimanere a casa.
Read the rest of this entry »