indice . . .

[CrampiSportivi] Ponferrada 2014: sei outsider contro i pronostici

Posted: Settembre 25th, 2014 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , | No Comments »

Crampi Sportivi è uno dei siti di sport in italiano che preferisco, uno di quelli che leggo piu’ di frequente negli ultimi mesi… arrivando pure a leggee cose di cui non mi frega pressochè nulla. è così che sono proprio felice di aver scritto questo pezzo a 4 mani.


Se mai vi siete trovati nella scomoda posizione di spiegare a qualcuno perché restiate per ore impalati a bordo strada o di fronte ad uno schermo nell’attesa di duecento bici da corsa, allora sapete già che il ciclismo è uno sport difficile da capire. La barriera all’entrata è alta, le dinamiche tattiche possono risultare incomprensibili ai ‘non iniziati’.
Uno sport ontologicamente individuale che però è anche, o forse soprattutto, sport di squadra. Una dicotomia sufficiente a ingrippare le menti meno avvezze al discorso ciclistico. La gara in linea del mondiale è l’esaltazione di questa doppia natura dello sport a due ruote. Ci sono le squadre, che sono le Nazionali. Ma vince un uomo solo.

Le squadre più blasonate hanno diritto a nove corridori, che collaborano tra loro per portare alla vittoria il proprio ‘capitano’. A volte invece i nove si dilettano in faide interne e sanguinose, ma questa è un’altra storia. Squadre con nove uomini, dicevamo. Ma anche squadre con sei o con tre uomini, quelle meno importanti (ciclisticamente parlando, si intende). Fino al caso limite e paradossale delle squadre-individuo, autentiche città-stato dove l’unico rappresentante è contestualmente capitano e gregario di se stesso.
Domenica sarà la volta di Ponferrada, Spagna. Un circuito di 18 chilometri da ripetere 14 volte. Due salitelle animeranno il circuito. La seconda è uno strappo di mille metri, a 6 chilometri dal traguardo. Pendenze pedalabili (5.5%): difficile che uno specialista delle salite riesca a fare la differenza. Più probabile che un gruppetto di corridori riesca ad evadere, per poi giocarsi il titolo in una volata ristretta. Una situazione di incertezza estrema in cui le squadre saranno, una volta di più, decisive. Read the rest of this entry »


[bikeit] 2013, L’assalto al cielo

Posted: Febbraio 7th, 2014 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

e_t__flying_bicycle_by_poonpoon20-d54kg3cL’essenza del ciclismo, non mi stancherò mai di ripeterlo, sta nello sguardo e nella circolarità del colpo di pedale. Ci sono chilometri e chilometri di strade, di parquet e di pavè, di sassi e di fango, che scorrono sotto le ruote dei ciclismi tutti durante l’anno. E poi ci sono dei gesti, quelli che danno vigore e nobiltà a questo sport, degli “assalti al cielo” che elevano tutto ciò alla dimensione della storia. Il ciclismo è fatto di gesti. E il divano è il luogo ideale da cui ammirarli, e sognarli.

La nuova stagione ciclistica su strada arranca in questi giorni nelle sue prime gare. Quelle su pista e fango accelerano verso le agognate vacanze. Di mezzo c’è l’eredità di un 2013 lungo e strano, e di cinque momenti, folli azioni e geniali idee, che quest’annata ci lascia impresse nella memoria. Read the rest of this entry »


[bikeit] Quaderni Fiorentini. Numero 2

Posted: Ottobre 2nd, 2013 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

2013 Tour de France - A Day on the AlpeE’ come il risveglio dopo una sbornia… Anzi, a pensarci bene è davvero il risveglio dopo uno sbornia, il lunedì post-iridato di una Firenze alticcia, dove la portata dei fiumi di birra trangugiati dai tifosi ha quasi appaiato quella di un Arno gonfio di pioggia, in una giornata quasi fiamminga o olandese, certamente poco svizzera, finalmente latina. E’ latino il podio di questo mondiale, con un bravo e furbo portoghese ad anticipare due bisbetici spagnoli, ed è l’unico sprazzo meridionale di questo mondiale, che i muscoli dei suoi campioni li ha mostrati lassù nell’Europa più fredda: dalle strade di Gran Bretagna agli uffici del neo-presidente Cookson (applauditissimo), fino alle colline spazzate dal vento d’Olanda, quelle che vengono spianate sui pedali dall’imbattibile Van Der Poel junior e dalla divina Marianne Vos. Read the rest of this entry »


[bikeit] Quaderni Fiorentini. Numero 0

Posted: Settembre 25th, 2013 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

paillottt

Domani parto per Firenze. La settimana iridata ha un fascino inarrivabile, ma si concilia poco con la presenza -quantomeno passiva- sul posto di lavoro… quindi anche per quest’anno bisogna ripiegare soltanto sulle ultime giornate. Niente di drammatico, restano le giornate più intense… più problematico resta invece il ripiegare su modalità di viaggio fantasiose, stante che in Italia portare una bici in treno resta un tabù, quasi un’oscenità per le nuove linee ferroviarie. Read the rest of this entry »


[bikeit] La scomparsa della pancera roja

Posted: Settembre 23rd, 2013 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

RURAL-OFFICE-CHAIR

Il silenzio su queste pagine è giustificabile. Non c’è stato nessun divano da cui ammirare la Vuelta 2013, o al massimo -per dirla con Maccio Capatonda- un divano scomodo: ovvero una sedia nera di plastica, di marchio svedese e fattura cinese, dal costo contenuto; talvolta una sedia da ufficio, un tempo blu, con le rotelle cigolanti. E davanti non c’era alcun televisore, c’era sempre un computer e le mie dita, frenetiche, nel trovare uno streaming decente, vagando tra l’entusiasmante cronaca di ESPN Colombia, la compassata attenzione di Eurosport UK o l’imbarazzante provincialismo dei suoi omologhi italiani. Read the rest of this entry »


viva forever (il succo del 2012)

Posted: Dicembre 18th, 2012 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

il ciclismo è lo sport più futurista del mondo: vive sul puro gesto e lo esalta; sono le singole imprese che ne fanno la storia e la poesia. il colpo d’occhio, la violenza dello scatto, la fantasia della traiettoria… il 2012 va concludendosi e ci si dimenticherà presto dei suoi protagonisti, ma non sempre di cio’ che hanno combinato. una hit parade dei momenti più alti del ciclismo di quest’anno, partendo dal quinto fino al più sublime.
una top 10, come già fatto per i singoli corridori, e’ troppo faticosa, ma avrebbe dovuto essere una top 6, perchè mi rattrista lasciar fuori da tutto cio’ il 28 aprile 2012. e no, non sto parlando della prima vittoria di pozzato in maglia farnese, al GP industria & artigianato di larciano, perchè il 28 aprile è successa una cosa grande per il ciclismo tutto, fuori e dentro le corse, su qualsiasi strada. sto parlando dei fori imperiali di roma e delle decine di migliaia di bici che li hanno popolati.
ma questa è una top 5 e parliamo di corse e di gesti. questi.

Read the rest of this entry »


Fuck Maya (more or less season 2012)

Posted: Dicembre 3rd, 2012 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

sempre più in la’ nella stagione, sempre più in la’ con gli anni, spingendo sempre piu’ avanti il concetto di piaga da decubito… arrivano anche in chiusura di 2012 le pagellone top10 di fine stagione (qui c’è il riepilogo in video).
una stagione si’ e no, caratterizzata da gioie e noie, ma in cui comunque qualcosa di buono ancora s’e’ visto. del doman non v’e’ certezza, invece, alla faccia dei maya.

 

la maglia gialla di leader della stagione se la litigano in due e la vince uno, ancora una volta, ancora una maglia gialla. bradley wiggo (8.5). questo signore, basettone, un po’ strabico, con una postura in bici più perfetta del cazzo di john holmes e la passione (pubblicamente ammessa) di passare il tempo in cui non gareggia “a spalare merda”, ha vinto paris-nice, romandia, delfinato, tour de france e crono olimpica. in una sola stagione, in 5 mesi, poi e’ tornato alla sua merda. Read the rest of this entry »


koksijde. the mud ladder.

Posted: Gennaio 25th, 2012 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

una serie grottesca di contrattempi mi blocca qui, nella periferia del mondo del fango, mentre a koksijde domenica si terra’ un’orgia godereccia, con piu’ di 150’000 persone attese sul percorso e non voglio quantificare quanti fiumi di birra…

ciononostante, nell’attesa dell’apoteosi iridata di una stagione crossistica strana, mi piace replicare la “worlds ladder” anche in chiave invernale, che in questo caso e’ anche davvero semplice perche’ i predendenti a quel gran pezzo di figa della maglia iridata sono proprio pochi.
Read the rest of this entry »


[C11] punto.

Posted: Settembre 29th, 2011 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | No Comments »

sebbene me l’abbiano chiesto in pochi, ritengo sia importante rendere di pubblico dominio cio’ che penso del mondiale di copenhagen. perche’ e’ breve e semplice.

penso che abbia vinto un fenomeno, penso che sia stato un mondiale noioso perche’ il percorso era quello che era ma molto peggio e’ stata l’interpretazione di chi avrebbe potuto/dovuto fare una corsa tattica.

la mia lettura del mondiale di copenhagen si chiude qui, piu’ o meno. perche’ alcune cose andrebbero approfondite, a partire dalla luce. Read the rest of this entry »


le noveau pagellon 2010

Posted: Novembre 16th, 2010 | Author: | Filed under: pedallica | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

riprendendo una tradizione che non ho mai iniziato, mi ricollego all’anno passato e sputazzo in giro un bilancio/pagellino della stagione su strada da poco conclusa. nella speranza che la milano-sanremo arrivi al piu’ presto…

ben cosciente dell’incredibile suspence che creera’… vado in modalita’ countdown.

Read the rest of this entry »